… saper posizionare i piedi, sulla linea di tiro, è importante come del resto tutto nel tiro con l’arco, vi prego solo di non metterli come nella fotografia a fianco, tirare così deve essere suggestivo ma è meglio di no. Provate ad immaginare, di dover costruire un palazzo, per prima cosa, dovete realizzare le fondazioni, rispetterete delle regole precise, poi si prosegue con i pilastri e via fino al tetto. Se le fondazioni non sono solide e ben dimensionate e posizionate nei punti giusti, al primo scossone, la struttura ondeggia o crolla. I nostri piedi, sono strutture complesse, che devono reggere molto carico, anche eccentrico, su una superficie ridotta. Molte volte vedo arcieri di tutti i livelli andare al tiro, con una posizione non controllata, direi, come viene viene…. Abbiamo bisogno di stabilità, perchè :  il tiro necessita del sollevamento di carichi eccentrici. la trazione è un movimento dinamico. il terreno, dove ci appoggiamo, non è sempre in piano. un colpo di vento improvviso, ci de-stabilizza. può succedere che il nostro compagno di piazzola, involontariamente, ci prenda dentro. Allora, cosa fare, io vi propongo, come prima soluzione, la posizione neutra, (figura 1) cioè, quella con i piedi affiancati e posizionati ad una distanza l’uno dall’altro pari a quella delle vostre spalle. Come sempre curate che il peso sia bilanciato al 50% su ogni piede, questa posizione è comoda, semplice anche da ripetere, controllate che il bacino e le spalle siano allineate con il bersaglio. La posizione neutra, è corretta per tutti gli arcieri, ad ogni livello di capacità. La posizione “come viene viene”, (figura 2) è la soluzione che si usa spesso ed è sbagliatissima, tutte le linee sono fuori coordinazione i carichi cambiano da tiro a tiro così come i destra sinistra ed alto e basso, la fatica muscolare è notevole, non usatela. La posizione “aperta tipo 3”, (figura 3) sono sincero, non mi piace, di base è come quella di tipo «1» ma, con la differenza che le spalle e molte volte anche il bacino, ruotano verso il bersaglio e si disallineano. Dovrete riprendere la posizione allineata in fase di trazione, non sempre riesce e soprattutto ci si ricorda di farlo, con la conseguenza che la distanza tra la corda e la spalla dell’arco aumenta, con instabilità laterale e fatica a mantenere la trazione. La posizione 4 è quasi come la «1» ma si dà più stabilità aprendo l’area di appoggio ruotando il piede verso il bersaglio, notate che il bacino e le spalle non ruotano.
larghezza fra i piedi, insufficiente, provoca instabilità in ogni occasione, sconsigliata.
larghezza dei piedi, eccessiva, provoca instabilità e fatica all’atto del tiro, nell’inclinare il bacino, difficilmente ripetibile.
larghezza dei piedi come la larghezza delle spalle, corretta, stabile e ripetibile. La mia preferita per ogni livello di arciere.
Gif animata (aspettate che si carichi) : come posizionare i piedi “posizione aperta”. posizionare i piedi della larghezza delle spalle. il piede verso il paglione, si affianca, all’altro piede e si posiziona come da immagine. mantenere il piede nella posizione ed allargarlo alla larghezza delle spalle ruotare il piede sul tallone, verso il paglione di 45°. Si ottiene: più stabilità, l’area di appoggio è superiore a quella della “posizione neutra”. il bacino non deve essere ruotato verso il paglione. le spalle non devono ruotare, verso il paglione
«tecnica…»